Abbonamenti      La Rivista     Pubblicità e MediaKit      Segnalazione Location      Contatti     Inserisci Azienda      Login


Una trasformazione che profuma di storia

  • 007_vista.jpg
  • esterno lato Sud.jpg
  • livello 0.jpg
Sorgerà laddove un tempo si trovava lo stabilimento IVR di Ara-Grignasco il nuovo Fenera Loft Resort. Il progetto di riconversione in spazio residenziale è stato sostenuto dalla famiglia Giacomini, a capo di quella che è una delle più importanti realtà del settore delle valvole termoidrauliche, ora con sede a Boca (NO). L’edificio si trova all’interno del Parco Naturale del Monte Fenera, una particolare formazione calcarea della bassa Valsesia, e si compone di una serie di fabbricati interconnessi e disposti su un pendio. Si tratta di una struttura degli anni Trenta, inizialmente fabbrica per le scarpe poi stabilimento della IVR per 25 anni. Il progetto di riconversione si distingue per la sua innovazione dai tanti recuperi di archeologia industriale, poiché i legami tra l’edificio e la storia del luogo e del lavoro hanno profondamente influenzato il recupero e la trasformazione degli spazi. L’obiettivo era quello di ottenere organismi architettonici che coniugassero la memoria storica alle esigenze di uno spazio residenziale, tenendo ben presenti le più aggiornate normative in materia energetica e di qualità architettonica. Ciò che meglio caratterizza il resort è la sua compatibilità ambientale: il suggestivo involucro industriale a vetrate nasconde ora una serie di loft a consumo ridotto, grazie all’utilizzo di serramenti basso-emissivi, impianti di ventilazione meccanica con recupero di calore, riscaldamento e raffrescamento centralizzato con possibilità di controllo remoto e all’isolamento termico completo delle facciate. Quella che si viene a creare è una nuova tipologia abitativa, che si distanzia dal loft industriale per dar vita a un insieme di singole unità residenziali contenute da una struttura preesistente che le organizza. Tra i materiali impiegati troviamo il ferro a vista, il cemento, le resine e il vetro, elementi che raccontano una nuova sobrietà dell’abitare concentrata sulle emozioni. La progettazione è stata curata dallo studio UdA di Torino. 

Tag: riconversione, resort, spazio residenziale, loft






Attenzione !!! se sei abbonato alla rivista per accedere allo sfogliatore

clicca qui


Login area riservata Aziende






Recupero Password

Inserisci inditizzo e-mail



Facebook fan pop up

Clicca subito Mi Piace per avere accesso a tutte le promozioni riservate ai Fans.